Home Page Il Comune Arte e Storia Ultime notizie Manifestazioni Albo Pretorio Contatti

PERCORSO MUSEALE DELLE MURA URBANE

Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2014

<< COSA VISITARE

Negli ultimi anni, grazie ai finanziamenti della Comunità Europea e della Regione Lazio e ad un ingente lavoro da parte dell’Amministrazione Comunale, sono state ristrutturate le mura rinascimentali del Centro Storico di Sermoneta ed è stato creato un percorso museale lungo le stesse mura che cingono interamente il paese. 
La cinta muraria fu commissionata da Onorato III Caetani nel 1448 e fu terminata da Francesco Caetani nella prima metà del 1600 per ordine di Urbano VIII. Fu costruita con materiali locali (pietra calcarea) rispettando il precedente tratto di mura medievale. L’accesso al paese è permesso da quattro porte (Porta del Pozzo, Porta delle Noci, Porta San Nicola, Porta Sorda). Di grande importanza sono il Bastione della Torrenuova e il Bastione di San Sebastiano, che testimoniano il passaggio dal sistema di difesa “a tiro piombante” al sistema di difesa “a tiro incrociato”. 
Il Bastione della Torrenuovafu costruito tra il XVI e il XVII sec.; è caratterizzato dalla tipica forma a “coda di rondine”, struttura che contribuiva alla inespugnabilità del paese, ed è un possente bastione pentagonale addossato alle antiche mura gotiche. 
Il Bastione San Sebastiano(XVI sec.), costruito per volontà del Duca Francesco Caetani, presenta una porta per l’accesso al paese ed una serie di colonne in muratura sulle quali veniva appoggiato un tavolato funzionale al transito delle merci e delle artiglierie e di facile rimozione in caso di pericolo. Una volta smontato il tavolato veniva alzato il ponte levatoio all’interno della porta e impedito l’accesso ai nemici. 
Il percorso museale è di particolare suggestione, il visitatore ha la possibilità di effettuare una passeggiata dalla Porta delle Noci alla Porta Sorda ammirando da un lato l’intera fortificazione del Centro Storico e dall’altro, in un paesaggio che va da Roma fino al Circeo: i Castelli Romani, Ninfa, la pianura pontina, il mare, il monte Circeo e le isole pontine. Il percorso, lungo circa 1 km e immerso negli oliveti secolari, è attrezzato con pavimentazione in pietra, teche illustrative e panchine.
(ATTUALMENTE CHIUSO)